Gli storni hanno preso di mira il governo Letta



Pronti… Puntare… Sparare! E gli storni di Roma hanno centrato il secondo obiettivo nobile. Il primo è stato la Ford Mondeo familiare turbodiesel di Antonello Giacomelli, deputato Pd, ma soprattutto braccio destro del ministro Dario Franceschini: gli storni (che devono avere qualche simpatia per il popolo dei forconi) hanno coperto di guano- è il nome della loro cacca- l’utilitaria ferma nell’onorevole parcheggio della Camera dei deputati. La seconda vittima nello stesso parcheggio è ora una Fiat Croma 1.9 MJt a gasolio, che ha ricevuto il medesimo trattamento. Appartiene a Guglielmo Vaccaro, anche lui deputato Pd, braccio destro di Enrico Letta e ora uomo-guida anche dell’intergruppo parlamentare per la sussidiarietà (di fatto il nucleo politico da cui è nato questo governo). Questa volta l’obiettivo è più alto, e il colpo lascia attoniti. C’è voluta grande abilità per trasformare quella povera Croma in … lettame. Dopo l’incidente sul vice-Franceschini, Laura Boldrini aveva infatti schierato la contra-aerea: sofisticati (e costosi) sistemi anti-intrusione per gli storni. Ma sono riusciti misteriosamente ad aggirarli…
Posta un commento