MARINI CAPO DELLA BANDA DEL BUCO- Il colpo basso al compagno di partito del presidente della commissione bilancio della Camera, Lino Duilio

Franco Marini è a capo di una banda del buco che in pochi giorni è riuscita a mettere nell'angolo regole di buongoverno sfondando i conti dello Stato. L'accusa, davanti ai colleghi attoniti, è arrivata lunedì pomeriggio dal presidente della commissione Bilancio della Camera, Lino Duilio, che oltretutto è anche compagno di ex (ppi- Margherita) e nuovo (Pd) partito dello stesso Marini. Ma Duilio ha perso la pazienza di fronte a tutti i deputati che gli chiedevano di ammettere i loro emendamenti al decreto fiscale, come appunto aveva concesso Marini durante il passaggio al Senato: "Non se ne parla. I criteri del Senato hanno condotto, fra le altre cose, ad approvare norme palesemente scoperte". Scoperte? Sì, rincara la dose Duilio: "non si può prendere ad esempio quel Senato che ha consentito di approvare un provvedimento pur in mancanza di copertura di 3,1 miliardi di euro...". Una voragine allegramente consentita dal presidente del Senato pur di non fare andare sotto il governo di Romano Prodi...
Posta un commento